Vezzosette e care pupillette

From ChoralWiki
Jump to navigation Jump to search

General information

Settings by composers

 

Text and translations

Italian.png Italian text

1  Vezzosett' e care pupillette ardenti
chi v'ha fatt' avare de bei rai lucenti,
s'io rimiro i vostri sguardi
scorgo sol fulmini e dardi,
ne veder so più quel riso
che render si vago il viso.
2  Chi v'ha fatt' oscure pupillette belle,
che seren'e pure rassembravi stelle,
chi m'a tolt'i dolci ai,
dillo Amor' se tu lo sai,
dillo e sia quel che si fia
o disprezz'o gelo sia.
3  Non più sdegosette rimirar' vi voglio
ne più superbette soffrir' tant'orgoglio,
che veder s'io non v'offesi,
vostri rai di sdegno accesi,
pupillett'e ingiusto duel'o
ridete o io prendo il volo

 

4  Pupillette amate d'amor scherzo e gioco
ah non più celate il mio dolce foco,
ma sparget' a mille a mille
lieti rai lieti faville,
e vedrete in fin nel seno
il mio cor rider sereno
5  E di cetra d'oro al soave canto alzerò
canoro del bel lume il vanto,
e tra mille stell'e mille
fulgidissime pupille,
splenderete unich'e Sole
più di Cintia e più del Sole.

External links